[Comunicato Stampa – Invito a Conferenza Stampa]


GRANAROLO  LICENZIA

 

In Granarolo è avvenuto un fatto gravissimo: un lavoratore padre di due figli e con 18 anni di lavoro ben svolto senza alcuna sanzione è stato licenziato in tronco.

Licenziamento avvenuto in seguito ad una discussione di carattere sindacale tra colleghi. Senza entrare nel merito della legittimità di tale provvedimento, tema sul quale risponderà la magistratura in seguito all’ impugnazione che abbiamo presentato in tribunale, non possiamo non denunciare che esso si configura come un atto repressivo nei confronti della struttura sindacale che i Cobas hanno appena messo in piedi nello stabilimento di Cadriano ottenendo, tra l’altro, un ottimo risultato alle recenti elezioni RSU.

 

Da quel momento in poi non sono mancate azioni di disturbo e/o provocazione, non solo da parte dell’azienda, ma anche da parte di chi, forse, vedeva messo in pericolo una sorta di monopolio della rappresentanza che riteneva di possedere. Una vera e propria escalation che ha il suo apice nel licenziamento del nostro iscritto, sempre in prima linea per promuovere condizioni di lavoro migliori. Come Cobas non siamo disposti ad accettare supinamente questa situazione e faremo tutto ciò che potremo per giungere al reintegro del dipendente ingiustamente licenziato.

 

Giovedì 27 settembre, dalle ore 9.30, daremo vita ad un presidio di fronte allo stabilimento in via Cadriano, con una conferenza stampa organizzata in loco.

 

25/09/2018

 

COBAS BOLOGNA


Contatti: tel. 051241336 - 347.2843345  @:cobasbol@gmail.com